Legge 104/92: cumulo dei permessi del lavoratore con handicap grave che assiste a sua volta un familiare in situazione di handicap grave

legge 104

L’Inps, con circolare n. 53 del 2008, ha previsto la possibilità per il lavoratore con disabilità grave che già beneficia dei permessi ex legge 104/92 per se stesso (art.33, comma 6) di cumulare tali permessi con quelli di cui al comma 3 per assistere un proprio familiare con handicap grave.

Si chiarisce, altresì, che in tal caso non sia neanche necessario che venga acquisito un parere medico-legale sulla capacità del lavoratore di soddisfare le necessità di assistenza del familiare disabile grave.

Di diverso avviso l’Inpdap che con circolare n.34 del 2000 aveva evidenziato che il cumulo era consentito solo a condizione che non vi fossero altri parenti in grado di prestare l’assistenza necessaria.

Ancora, la circolare della Funzione Pubblica n.13 del 2010 stabilisce che non vi sono norme che impediscono al lavoratore con handicap grave di assistere un proprio familiare e quindi di cumulare i due tipi di permessi per se e per il parente che assiste.

Informazioni su Avv. Nadia Delle Side 683 Articoli
Avvocato specializzato su invalidità, e disabilità, indennità di accompagnamento, cecità, sordità, handicap, prestazioni Inps e Inail. Richiedi una Consulenza Legale Online. Lo Studio offre un servizio di consulenza legale on line puntuale ed eccellente ad un costo che, nella maggior parte dei casi, è compreso tra i 60 e 150 euro. Clicca qui!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*